Le superstizioni Inglesi che non conosci


Superstizioni inglesi

Le superstizioni inglesi per conoscere meglio la cultura britannica

Le superstizioni sono credenze di natura irrazionale che spesso influenzano pensieri, scelte e condotta di vita. Nell’immaginario generale si tende ad associare queste scaramanzie a persone anziane o comunque a paesi molto piccoli dove magari vengono narrate storie di generazione in generazione. In realtà tutti i paesi hanno le proprie superstizioni, anche quelli più sviluppati. Si sa che gli italiani sono un popolo famoso nel mondo per le loro credenze a fortuna e sfortuna. Non tutti però sanno che gli inglesi non sono da meno.

Conoscere le credenze locali è importante per evitare gaffe e per comprendere al meglio la mentalità del luogo. Quindi per imparare l’Inglese a 360 ° è utile anche conoscere le varie superstizioni inglesi. Di seguito elencheremo quelle più note e scopriremo che alcune sono anche diametralmente opposte rispetto a quelle italiane!

Che cosa porta sfortuna in inglese?

Nel Regno Unito il numero 13 porta sfortuna e bisogna evitarlo a tutti i costi tanto che spesso non esiste la fila tredici degli autobus, manca la tredicesima stanza degli hotel e il tredicesimo piano nei grattacieli. Il numero 13 porta ancora più sfortuna se associato al venerdì. In pratica il 13 in Inghilterra rappresenta quello che in Italia viene attribuito al 17, mentre da noi il 13 è considerato un numero fortunato!

Come in Italia, anche in Inghilterra viene considerato di malaugurio passare sotto una scala, aprire l’ombrello in casa e rompere uno specchio (7 anni di disgrazie). Se cade del sale, gettarlo immediatamente sulle spalle.

Mai poggiare le scarpe sul tavolo specialmente se nuove e non si deve dimenticare di inserire delle monete nelle tasche di nuovi vestiti.

Una superstizione inglese vuole che le banane siano proibite a bordo di una nave in quanto portino male all’equipaggio e siano di cattivo auspicio per la pesca.

Che cosa porta fortuna in inglese?

Che cosa invece porta fortuna? Se in Italia si tocca ferro per evitare qualcosa di fastidioso, in Inghilterra si bussa sul legno per avere fortuna parlando di qualcosa che avverrà nel futuro.

È sinonimo di fortuna trovare un ragno nel vestito da sposa il giorno prima delle nozze.

Per auspicare buona fortuna il primo giorno del mese è necessario ripetere “white rabbits, white rabbits, white rabbits”, prima di qualsiasi altra parola. Non è un caso infatti che la zampa di coniglio sia considerato un porta fortuna. È di buon auspicio avere anche dell’erica bianca in casa.

Per ottenere ancora un po’ di fortuna, è consigliato appendere un ferro di cavallo sulla parete assicurandosi che le estremità siano rivolte verso l’alto perché se rivolte verso il basso la fortuna finirà. Porta bene anche raccogliere le foglie secche autunnali: ogni foglia raccolta rappresenta un mese di prosperità.

Superstizioni inglesi: raccogliere foglie porta fortuna

Tradizionalmente in Italia il gatto nero è sinonimo di malasorte; in Inghilterra invece se questo ci passa davanti è di buon auspicio.

Good morning Mr. Magpie

In Inghilterra vedere una gazza porta sfortuna, vederne due invece porta bene. Nel caso si incontri solo una gazza si deve salutare dicendo: “Hello Mr. Magpie, how’s your wife?” sollevando il bordo del cappello, vero o virtuale, in segno di saluto. Tutto ciò eviterà sventure.

Good Morning Mr. Magpie porta fortuna in inglese

Categoria: Viaggi e Cultura | Articolo scritto da:

Dove Siamo

Piazza Bologna (linea B) Logo Metropolitana Roma

Scrivici

    i termini e le condizioni stabilite sulla Privacy Policy *

    Dimostra che non sei un robot